Sandra Di Giacinto

 
Sandra Di Giacinto, romana, diplomata in scultura all’accademia di Belle Arti, riesce a ricavare da materiali semplici, apparentemente poveri, accessori originali, essenziali, grafici con un altissimo contenuto innovativo. Tra gli altri utilizza anche il cartone riciclato, spalmato in pvc, metalizzato o telato, plissettato a caldo.

Le collezioni stanno avendo successo in un contesto internazionale estremamente competitivo e si sono posizionate in una sofisticata nicchia di mercato che apprezza il design italiano più innovativo e la ricerca sui nuovi materiali.

Gli art shop del Museo di Arte Contemporanea del Lussemburgo, il nuovissimo Museo di Arte e Design di New York, il Guggenheim di Bilbao, il Moma di San Francisco e il Palazzo delle Esposizioni di Roma l’hanno scoperta prima delle boutique e dei concept store innovativi.

Tra i suoi clienti anche il regista Pedro Almodovar.

Nei suoi accessori c’è infatti un forte richiamo all’arte, al dadaismo, all’architettura. Un esempio i bijoux selezionati per la mostra "Gioiello Italiano Contemporaneo: tecniche e materiali tra arte e design", organizzata dalla Fiera di Vicenza e curata da Alba Cappellieri (Politecnico di Milano).

Nei suoi accessori c’è infatti un forte richiamo all’arte, al dadaismo, all’architettura. Un esempio i bijoux selezionati per la mostra "Gioiello Italiano Contemporaneo: tecniche e materiali tra arte e design", organizzata dalla Fiera di Vicenza e curata da Alba Cappellieri (Politecnico di Milano).

La mostra inaugurata a Vicenza nel 2008 è stata ospitata al Castello Sforzesco a Milano nei giorni del Salone del Mobile, ha proseguito nel prestigioso Kunstgewerbemuseum di Berlino ed è terminata poi al Museo delle arti decorative di Torino a gennaio 2009.

Le collezioni di Sandra Di Giacinto reinterpretano tecniche e materiali della tradizione italiana secondo un’estetica contemporanea, dove il design si configura come elemento di innovazione. Il fil rouge è quello di rivisitare la tradizione secondo le forme dell’innovazione, dei materiali, delle tecniche realizzative.

Accessori il cui valore è nel progetto, qui sinonimo di qualità, perché come sosteneva Enzo Mari “la qualità di un progetto dipende dal grado, sia pur minimo, di cambiamento culturale che innesca”.

I gioielli contemporanei di Sandra Di Giacinto , leggeri, resistenti e ricercati, utilizzano materiali innovativi, da rilegatoria, telati, metallizzati o spalmati in pvc, oppure cartoni riciclati e resinati.

Il risultato sorprendente sono gioielli preziosi, da trattare con cura, come una collana di perle. Il design delle collezioni Sandra Di Giacinto e' registrato e tutelato presso UAMI Ufficio Registrazione marchi, disegni e modelli dell'Unione Europea.